Lago di Mingaccio, un progetto di ripristino

0
498

Il lago

Questo piccolo lago, alimentato dalle acque delle FONTICELLE e dalla sorgente MALCORPO, era ubicato nel terreno di un privato e precisamente nella zona del territorio di Capracotta indicata come VALLESORDA.
Per circa mezzo secolo e precisamente dalla fine del ‘900 e fino agli anni cinquanta ha fatto sfoggio della sua funzione di ricettacolo di comitive, di uccelli, di animali, etc. fino a quando per per necessità alimentari non fu svuotato. Bisogna pensare che negli anni ’50 l’agricoltura capracottese era al limite della sopravvivenza alimentare, qualsiasi pezzo di terreno grande o piccolo che fosse era pur sempre idoneo al sostentamento visto che le famiglie di quel tempo erano alquanto numerose e il terreno di Capracotta non poteva certo produrre come quello situato in collina o in pianura! Dopo circa un ventennio, con l’avvento del boom economico, dell’industrializzazione nazionale e della possibilità di poter avere un miglior tenore di vita anche in presenza di un’eventuale titolo di studio, Capracotta ha cominciato a subire in maniera inesorabile un deleterio svuotamento demografico che ha portato a lasciare case e tutti i terreni incolti e soggetti all’incuria del tempo. Dieci anni fa nasce l’idea del suo ripristino da parte di Ermanno D’Andrea e del sottoscritto con l’intento di valorizzare il territorio di VALLESORDA per un fine occupazionale, ambientale e sperimentale dato che la principale potenzialità di Capracotta è quella turistica. Dopo una prima preliminare fase di rilievi visivi si è passati a quelli altimetrici con la stesura di una bozza del possibile progetto con le seguenti personali elaborazioni grafiche geometriche e virtuali.

 Caratteristiche dell’edificio

L’edificio ricettivo sarà costruito interamente in legno massiccio/lamellare e poggerà su una fondazione in c.a., la forma ad U e la concavità rivolta a Sud avranno la particolarità di mettere gli utilizzatori sistemati all’interno dello spiazzo di essere al riparo dei gelidi venti che soffiano da Nord e di usufruire nel periodo invernale del calore solare. Il progetto sarà orientato all’ottenimento di un Edificio Passivo a Consumo Energetico Zero caratterizzato da perdite di calore così basse che il calore fornito dagli apporti solari (attraverso finestre e vetrate esposte a Sud) e quello fornito con fonti alternative attraverso l’utilizzo di Pannelli Solari e/o Fotovoltaici, Sonda Geotermica Verticale e/o Orizzontale e Mini Gruppo Eolico potrà e dovrà coprire tutta l’energia necessaria per il riscaldamento invernale e l’energia necessaria nel periodo estivo.

 

Caratteristiche geometriche del lago

Attualmente senza effettuare alcun tipo di scavo o di sbancamento, con i rilievi altimetrici effettuati il lago presenta una profondità massima di 2,00 metri, una capacità di 5.803 mc e una superficie di 5.700 mq come risulta dalle elaborazioni geometriche effettuate.

 Caratteristiche del progetto multifunzionale

Il progetto integrale non riguarda solo ripristino del lago ma anche:

  1. La creazione di un parco naturalistico;
  2. Le creazioni di altri laghetti ubicati al di sotto di quello principale;
  3. La sperimentazione di un edificio passivo a consumo energetico zero;
  4. La messa in opera di impianti di pompaggio per innevamento artificiale;
  5. La messa in opera di impianti di pompaggio per antincendio boschivo;
  6. Il ripristino della strada mulattiera Pioppo-Vallesorda per pista da montain-bike.

Per quanto riguarda la stesura del progetto finale è stato costituito un team di progettazione e di valutazione costituito oltre che dagli ideatori anche dal Comune di Capracotta nella persona del Sindaco Monaco Antonio, da Conti Angelo (Geologo), da Trotta Ezio (Ingegnere) e da Di Lorenzo Fabrizio (Geometra).

Filippo Di Tella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.