L’acredine del sangue che scorre dentro

0
587

di Duilio Martino

(Il nostro spirito)

E’ audace
e degno di lode
mostrare quel che provi
ciò che nell’anima nascondi
ma per offrire quel che sei davvero
non puoi servirti d’ingegnosi espedienti
dismetti quindi i tuoi vestiti e orpelli
e se davvero ne sei certo
non tentennare… fallo…
non è la bella foggia del tuo abito
che nelle belve desta l’interesse
certamente non tanto quanto
l’acredine del sangue che scorre dentro
o l’odore della carne che brucia sottopelle
perciò – deciso – se desideri la scena
se vuoi sentire il brivido trafiggerti
dovrai spaccartela la schiena
spellare i palmi e nocche
i piedi consumarli
e nell’arena fallo sanguinare il petto…
se anche questo non bastasse
non esitare e svenati con dolcezza…
vedrai che il rosso vivo del tuo sangue
accompagnato dall’urlìo delirante della folla
per qualche istante di sicuro
desterà lo stupore
del pubblico annoiato
e se sei pure fortunato
finanche l’interesse…
fallo perciò
senza indugiare
ma solo se convinto
di volerla per te la scena
conscio del rischio di finire divorato
conscio che la platea tifa per le fiere…
sennò ritorna con mestizia nel tuo limbo
e nell’anonimato preponderante
spegniti come un mozzicone
pigramente!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.