La valigia

0
157

di Gabriele Mosca [1]

 

La valigia

Tra tanti cocci vecchi, in un angolino
della soffitta ci ho ritrovato
questa valigia rotta ed impolverata,
che dentro a quello spazio piccolino,
insieme a due stracci vecchi ci ha portato:
la nostalgia della lontananza,
le pene, i sospiri e la speranza
di ritornare alla terra dove sono nato,
che ho lasciato appena giovinetto.
Con i ricordi di una vita dura,
ora questa valigia sopra a questa soffitta
è diventata ancora più pesante,
perché ci sono là dentro pure
le pene di un povero emigrante.

 


[1]  Gabriele Mosca è nato a Capracotta nel 1923. Ha scritto numerose poesie partecipando a molteplici concorsi e ottenendo numerosi riconoscimenti. Delle sue poesie ben quaranta sono state premiate in occasione della partecipazione a svariati concorsi e ventiquattro di esse sono state pubblicate in altrettanti fascicoli antologici. Quattro poesie, di cui questa, trattano il tema dell’emigrazione e l’amministrazione comunale di Capracotta ha voluto pubblicarle nel 2007 in occasione dell’inaugurazione del “Monumentoall’emigrante”.

Copyright Amici di Capracotta
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.