La strada giusta … qualcuno si sveglia

0
551

A cura di Enzo C. Delli Quadri

Finalmente arrivano segnali fatti di serietà, trasparenza e generosità che rinfocolano le speranze di che pensa che non tutto sia perdute per le aree interne al confine tra Abruzzo e Molise. Infatti La CISL evidenzia, con forza la esigenza di ridurre i livelli amministrativi delle istituzioni centrali e locali. E fa la sua parte aggregando, tanto per cominciare, Abruzzo e Molise, da una parte, Marche e Umbia dall’altra, Puglia e Basilicata, dall’altra ancora.
D’altra parte, di fronte alle intenzioni del Nord di macro-regionalizzare Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli in un unico organismo, la permanenza di una frammentazione regionale al Sud sarebbe suicida.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.