La Chiesa di San Silvestro Papa di Fraine (CH)

0
535

Scritto da Ivan Serafini, il 20 luglio 2010

Descrizione. La chiesa parrocchiale di San Silvestro, ubicata nel punto più alto di Fraine con la relativa torre campanaria, domina l’abitato con la sua massiccia mole in pietra. I conci appaiono abbastanza squadrati in alcune zone della facciata, più irregolari in altre.
Al di sopra del portale, nella facciata, si conserva un pregevole elemento lapideo erratico con tracce di policromia raffigurante probabilmente lo stemma con il leone rampante dei Caracciolo. La torre campanaria, in pietra, dalle sembianze massicce quasi da torre di vedetta, appare divisa in più registri da cornici marcapiano. Di pianta quadrangolare presenta, a piano terra, un arco a tutto sesto.
L’ interno, monoaulato con volta a botte lunettata e con tre coppie fronteggianti di cappelle con relativi altari, è stato rinnovato a partire dal XVIII secolo con la realizzazione di ricche decorazioni in stucco. Successivamente sono stati effettuati ulteriori completamenti architettonici ed interventi strutturali: costruzione della volta a mattoni e realizzazione dei due archi maestri sulla navata e dei quattro piloni a sostegno dei quattro archi delle cappelle laterali.
Collocate all’interno di nicchie sugli altari delle cappelle laterali, si conservano sculture di interesse storico-artistico raffiguranti santi.
Sopra la porta d’ingresso in una cantoria in muratura sorretta da due pilastri è collocato un pregevole organo ligneo policromo del XIX secolo la cui cassa presenta decorazioni a tempera con motivi fitomorfi che ricordano quelle degli armadi della sacrestia della Chiesa di Sant’Onofrio di Vasto (M. Massone, cfr. bibliografia). (M. M.).

Tipologia: Impianto a navata unica.
Ubicazione: Via Piano della Torre – Fraine (CH).
Utilizzazione
: Fruibile, chiesa regolarmente officiata.
Epoca di costruzione: Ante 1568
Stato di conservazione: Mediocre stato di conservazione sia per l’ interno che per l’esterno dell’antico edificio religioso precinquecentesco.

Bibliografia:
– V. Furlani, Studio e progetto di fattibilità recupero e valorizzazione centri storici recupero e sviluppo artigianato tipico. Comunità Montana AltoVastese, Schedatura Analitica parte II, Chieti, 1993;
– V. Furlani, Centri Storici. Interpretazione dei processi storico formativi e della dinamica aggregativi, Provincia di Chieti Assessorato Assetto del Territorio Settore V Urbanistica e Pianificazione territoriale, CD-Rom, s.d. [ma 1998-99];
– A. Mammarella (a cura di), Il suono dell’arte. Gli organi antichi della Provincia di Chieti, Teramo, 2002;
– G. Oliva Arcivescovo dal 1568 al 1577 in G. Meaolo, I vescovi di Chieti e i loro tempi, Vasto (Ch), 1996;
– M. Massone, Scheda ex convento Sant’Onofrio di Vasto, 2007.

Antologia:
G. Oliva Arcivescovo dal 1568 al 1577 in G. Meaolo, I vescovi di Chieti e i loro tempi, Vasto (Ch), 1996, p. 79.
«Il 15 dello stesso mese [maggio], venimmo alla terra di Fraine, in cui, come sopra, baciata la croce, fece l’ingresso professionale, e, nella chiesa di S. Silvestro che è parrocchiale per detto paese, cantata l’orazione di S. Silvestro, ascoltammo la Messa. Quindi il Rev. mo visitò il Sacramento dell’Eucarestia e decretò che per esso si facesse una custodia decente; vide poi il fonte battesimale, e finalmente conferì il Sacramento della Confermazione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.