IN RICORDO DI LORENZO UN DONO DELLA SOLIDARIETA’ PER LA COMUNITA’ DI CASTEL DEL GIUDICE

1
694

Primo Maggio fra tradizione e impegno civile in un paese coraggioso che ama le proprie radici, coltiva la solidarietà e si apre al turismo.
Quest’anno la “Maggiolata” di Castel del Giudice ha ospitato un importante evento di solidarietà e di civiltà: la locale Società Sportiva di C5 ha ricevuto in dono un defibrillatore dalla mamma di Lorenzo Marcucci, deceduto nove mesi fa in una piscina romana per un improvviso arresto cardiaco a soli 18 anni, mentre era in piscina. Il prezioso strumento presiederà alla sicurezza degli atleti, della comunità locale, dei turisti che ci si appresta a ricevere, grazie ad un lungimirante recupero del borgo storico. Il Primo Maggio, nella Sala Consiliare del Comune alle ore 11.00, durante la tradizionale festa di primavera del paese, c’è stata la consegna ufficiale con la partecipazione di Rossella Lorenzotti, mamma di Lorenzo, del Presidente della ASD Castel del Giudice, Domenico Leone, del Sindaco Giuseppe Cavaliere e delle Autorità Militari e Religiose.
La giornata si è aperta alle ore 9.30 con il corteo in costumi tradizionali che, percorrendo le antiche strade del paese, ha intonato i canti propiziatori del Primo Maggio; è seguita la consegna del defibrillatore, la benedizione dei prodotti della terra e il pranzo in piazza.

Domenico Leone dell’ASD ha puntualizzato: ” Particolarmente nei luoghi ad elevata frequentazione è molto importante la presenza sul territorio dei defibrillatori che ormai sono strumenti di uso molto semplice e sicuro. Importante e decisivo diventa anche l’impegno delle organizzazioni Sportive Nazionali e Regionali affinché tutte le Società siano dotate di tale strumento. In Italia ogni anno decedono 60 mila persone per arresto cardiaco improvviso, molte delle quali giovanissime che, in gran parte, potrebbero essere salvate da un tempestivo intervento di defibrillazione. La riconoscenza della Società Sportiva per questo nobile gesto di generosità sarà perenne, nel ricordo del giovane Lorenzo, perché non si ripetano mai più analoghi drammatici eventi”.
La mamma di Lorenzo, Rossella, ha dichiarato: “E’ un dono della solidarietà di tanti amici, familiari e, soprattutto, di Lorenzo che a Castel del Giudice era affezionato, conosciuto per la prima volta qualche anno fa in occasione della presentazione del libro di Nicola Zaccardi “Fesct e mal tiemb” dedicato al paese, alle sue tradizioni e speranze di futuro”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.