Il sentiero della libertà

0
760

di Luciano Pellegrini [1]

il sentiero della libertà (29)

Una escursione su un percorso storicodalla stazione della ex funivia, in località Sant’ Antonio, che collegava Palena CH a Campo di Giove AQ, con tappa al Guado di Coccia, Parco Nazionale della Maiella. Ex funivia perché da tanti anni non funziona e rovina l’ambiente ed il paesaggio.

L’ex presidente della repubblica italiana, Carlo Azeglio Ciampi, nell’anno 2000, ideò il Giorno della Memoria, a ricordo della traversata che fece il 24 marzo del 1944 da Sulmona AQ a Casoli CH, attraversando il Guado di CocciaC’era la linea Gustav, (che passava anche per l’Abruzzo), voluta da Hitler per fermare l’avanzata degli alleati che divideva l’Italia in due, i tedeschi a nord e gli alleati a sud. Dopo l’armistizio dell’otto settembre 1943, migliaia di prigionieri alleati e giovani italiani che lottavano insieme per la liberazione dell’Italia, si ricongiunsero con le truppe alleate grazie alla Linea Gustav.

Siamo partiti da quota 1174 m in località sant’Antonio di Palena, all’inizio del vallone di Cocci e seguendo la carrareccia siamo arrivati al Guado di Coccia 1674 m. Ci siamo fermati davanti la lapide del tenente pilota Ettore De Corti, nato in una frazione della provincia di Udine e morto il 18 ottobre 1943, proprio al Guado di Coccia e insignito con la Medaglia d’oro al valore militare. Pur gravemente ferito, per salvare gli amici, fu violentemente ucciso, aveva 24 anni.

Anche se la giornata è stata ventosa, nuvolosa e fredda, siamo saliti a Serra Campanile 1798 m, dove inizia il sentiero per l’anticima e la cima del Monte Porrara 2137 m. per godere il panorama ed i passaggi esposti a picco, sulle valli sottostanti. Nel tornare indietro, vicino la fontana a metà percorso, abbiamo trovato un ordigno bellico inesploso, lanciato da un cannone o da un aereo? ma per fortuna vuoto. A Palena CH abbiamo avvisato i carabinieri che hanno provveduto insieme alla forestale a recuperarlo.

il_sentiero_della_libert_26_

I colori autunnali hanno rallegrato i nostri occhi, tante foto sono state scattate, trovando la luce migliore per renderle più piacevoli.

  • Dislivello  630 m
  • Durata  5 ore A/R
  • Lunghezza del percorso A/R  9 Km
  • Difficoltà   E

Per vedere tante altre foto clicca   QUI

 

____________________________
[1]
Luciano Pellegrini Abruzzese di Chieti, oggi in pensionecontinua, con dedizione, a praticare le sue passione: Alpinismo, Ambientalismo, Fotografia, Reportage, Viaggi, Gastronomia, scrivendone su web, carta stampata, su riviste anche on-line.
agnpell@libero.it  cell +393404904001

[divider] Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine [divider]

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.