IL GIOCO DELL’ELASTICO

0
14468

a cura di Enzo C. Delli Quadri

.

Negli anni ’70/’80 il gioco dell’elastico era tra i giochi più amati dalle bambine. Dalla ricreazione a scuola alla merenda del pomeriggio: ogni momento era buono per metterlo intorno alle caviglie e saltare.

  • Cosa serve per giocare al “Gioco dell’Elastico”?

Per giocare all’ elastico, serve avere a disposizione un elastico lungo almeno quattro metri, i cui lembi vanno legati.

  • Quanti giocatori servono?

Per giocare all’elastico, servono almeno tre giocatori perchè due tengono teso l’eleastico e il terzo gioca.

  • Dove si gioca?

Si può giocare all’ elastico, sia dentro che fuori.
Basterà avere un pò di spazio a disposizione dove non si intralci nessuno e si possa fare rumore.

  • Come si gioca?

Due giocatori tengono l’elastico teso fra le loro gambe divaricate, mentre un terzo giocatore esegue la sequenza prestabilita dal gioco che vi elenchiamo.

Terminata la sequenza il gioco può continuare ripetendo tutto alzando l’elastico che verrà posizionato ad altezze diverse iniziando dalle caviglie per andare ai polpacci, alle ginocchia, alle cosce, alle anche, alle ascelle e infine al collo. Ovviamente, più l’elastico è alto e più sarà difficile concludere le sequenze correttamente.

Una volta che il primo giocatore ha concluso la sua sequenza, o sbaglia,  passa il turno al giocatore successivo. Quando il giocatore sbaglia, la volta successiva dovrà ripetere la sequenza che ha sbagliato, prima di proseguire.

  • Sequenza

Si parte con una sequenza di saltelli che  il giocatore fa posizionandosi lateralmente, a piedi pari (PP):

  1.   PP dentro l’elastico;
  2.   i due piedi esterni all’elastico, ritorno PP dentro l’elastico;
  3. piede destro (DX) fuori e piede sinistro (SX) dentro, ritorno PP;
  4. piede SX fuori e piede DX dentro, ritorno PP;
  5. i due piedi sopra l’elastico, ritorno PP;
  6. dall’interno, saltellare divaricando l’elastico, ritorno PP;
  7. all’esterno dell’elastico divaricando le gambe;
  8. sempre dall’esterno, saltello e avvicinare i lati dell’elastico;
  9.   PP dentro l’elastico;
  10. piedi pari fuori dall’elastico.

  • Serie di salti

La busta: di fronte all’elastico, piedi uniti sotto il primo elastico: saltare oltre il secondo elastico portando il primo con sé, in modo da formare un triangolo (detto busta). A questo punto pestare il vertice del triangolo con i 2 piedi e saltare fuori.

La caramella: una volta fatta la busta come sopra divaricare le gambe posizionandosi verso il centro del rettangolo con l’elastico, la forma ricorda una caramella incartata; a questo punto un salto vigoroso per liberarsi dall’elastico e atterrare in mezzo al rettangolo.

La forbice: dentro il rettangolo: saltare fuori da entrambe le parti, dividendo quindi i piedi. unirli senza salti, stringendo l’elastico fra le caviglie e girarsi senza salti dalla parte opposta, facendo così attorcigliare l’elastico attorno alle caviglie. Saltare in modo da liberarsi e atterrare dentro il rettangolo con entrambi i piedi. Uscire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.