I’ Velera — Io Vorrei

3
655

Poesia di Tiberio La Rocca [1] 

I’ velera

 Velera stà ne poche a le ghevierne,
pe ffà stà meglie chi mò soffr’ assè.

Velera chemmannà tutte le  munne,
sol ne iuorne, pe vedè gna è.

Velera ca nce stess cchiù la guerra,
pecchè la iend, ne nnada chiegne cchiù.

Velera da a mmagnè a tutte chende,
acchescì la fama nen ce stesse cchiù.

Velera fa fenì la malattia,
acchescì chi soffre ze sendera bbuone.

Velera ca n-ce stesse delinquenza,
acchescì n-galera nce isse cchiù nesciune.

Velera nghii de iende le paiese,
p’ arevedè la chiezza chiena chiena.

Velera ca vencesse le scudette,
la squadra meia pe ne stà cchiù n-pena.

Velera ca ste munne addò campamme,
cagnesse camenenne, camenenne.

E può a la fine, sè che ce velera?
Ca ze campasse……na cendenara d’enne.

.

Io vorrei

Vorrei stare un poco al governo,
per far stare meglio chi adesso soffre.

Vorrei comandare tutto il mondo,
solo per un giorno per vedere com’è.

Vorrei che non ci fosse più la guerra,
perché la gente non piangerebbe più.

Vorrei dar da mangiare a tutti,
per non vedere più affamati.

Vorrei che finissero le malattie,
così chi soffre riacquisterebbe la salute.

Vorrei che non ci fosse più delinquenza,
così in galera non andrebbe più nessuno.

Vorrei riempire di gente il mio paese,
per rivedere la piazza piene di gente.

Vorrei che vincesse lo scudetto,
la mia squadra per gioire un po’.

Vorrei che questo mondo dove viviamo,
cambiasse, camminando camminando.

E poi alla fine sai cosa servirebbe?
Che la vita durasse a lungo..un centinaio d’anni.

__________________________
[1] Tiberio La Rocca, Molisano di Poggio Sannita (IS), coltiva da sempre la passione per la poesia e in particolare per il dialetto di origine; ha pubblicato molte raccolte di poesie, con le quali ha ottenuto riconoscimenti e premi.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine

 

3 Commenti

  1. Grazie Enzo. Il sito contiene – credo – un vero patrimonio sotto l’aspetto culturale.Mettere a fattor comune tutte queste conoscenze, le tradizioni, le caratteristiche di popolazioni diverse è davvero un’opera meritoria. Grazie e buon lavoro.
    Tiberio La Rocca

    • Le Popolazioni sono diverse solo apparentemente; viceversa sono culturalmente omogenee per storia, lingua (salvo leggere diverse inflessioni) e, soprattutto, per valori.

  2. Pacata e sognante questa poesia accomuna molti, anzi tutti quelli che hanno un cuore, cioè sanno cosa è l’AMORE in tutte le sue sfumature…Potrebbe il mondo agognato dal poeta avverarsi ? Assurdo, ma fortemente auspicabile … ed io gli auguro almeno 100 anni di vita e senz’altro uno scudetto…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.