Guerre Sannitiche, in breve.

0
884

a cura di Enzo C. Delli Quadri

Ecco una mappa concettuale delle guerre sannitiche, tratta da un video di Roma Invicta[1], che può aiutare chi non ha tempo o voglia di leggerne tutto lo sviluppo egregiamente riportato sul sito riservato alla storia dei Sanniti[2].

La mappa illustra, in modo sintetico ma molto efficace, lo sviluppo delle tre guerre combattuta tra Romani e Sanniti: la prima dal 343 al 341 a.C.; la seconda, dal 326 (con preannunci nel 328) al 304 a.C.; la terza e ultima, dal 298 al 290 a.C.

Prima guerra sannitica (343 – 341 a.C)

Già nel V secolo vi furono avvisaglie di guerriglie tra Sanniti e Romani. Ne seguì un confronto che nel 354 a.C. portò a un patto di amicizia. Ma, dopo appena 11 anni, il patto fu rotto allorquando i Sanniti occuparono Capua, fertile zona agricola, e i suoi abitanti chiesero aiuto a Roma. Iniziò la prima guerra sannitica che terminò nel 341 a.C. con la rinuncia della Campania da parte dei Sanniti.

Prima Guerra Sannitica 343 a.C.

Seconda guerra sannitica (326 con preannunci nel 328 – 304 a.C)

Questa seconda guerra si sviluppa in più fasi: la prima fase iniziò nel 326 a.C. con i Romani che mirano a sbarrare l’espansione dei Sanniti verso la costa campana; terminò il 321 a.C. con una sonora e umiliante sconfitta dei Romani a Caudio nel beneventano; i Romani furono risparmiati ma dovettero sottostare al giogo delle lance dei Sanniti (sconfitta delle Forche Caudine); seguì una seconda fase che si sviluppò con sconfitte o vittorie da ambo le parti; di fronte all’atteggiamento dei Sanniti più propensi a trovare un accordo che a distruggere Roma, questa utilizzò questo periodo per riorganizzarsi, per fare alleanze con popoli in contrasto con i Sanniti, per aumentare il suo potenziale militare, per collegare Roma con la Puglia, per accerchiare i Sanniti, i quali nel 304 a.C. chiesero e ottennero la pace. La ottenero perdendo parte del proprio territorio ma senza diventare “Alleati” di Roma, cioè mantenendo la propria autonomia.

Seconda Guerra Sannitica 326 a.C.

Terza guerra sannitica (298 – 290 a.C)

Nel 298 a.C., Sanniti si allearono con i Galli, gli Etruschi e gli Umbri per frenare le ambizioni romane; ma Roma, diventata forte e potente, sconfisse i Sanniti, una prima volta, a Sentino nel 295 a.C. e poi, definitivamente, ad Aquilonia nel 293 a.C. Nel 290 a.C. I Sanniti, sconfitti ma non domati, accettarono di diventare Alleati di Roma.

Seconda Guerra Sannitica 326 a.C.

Il video che segue trascrive brevemente le tre guerre sannitiche; la seconda viene circoscritta al periodo 326 – 321 a.C. In effetti essa vide i primi sommovimenti già nel 328 a.C. e terminò il 304 a.C.


Non vi furono più guerre tra Romani e Sanniti, fino al 91 a.C. quando i Sanniti, alleati con tutti i popoli italici del Centro Italia, fin ad allora federati con Roma, insorsero contro i Romani per ottenere gli stessi diritti di cittadinanza del popolo romano. La guerra terminò nell’88 a.C. con il riconoscimento di detti diritti.


[1] https://www.youtube.com/watch?v=hC2nVFjNC9c
[2] http://www.sanniti.info/smguerre.html

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright: Altosannio Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here