E’lle la luna, e’lle le sc.telle

0
466

 

Filastrocca di Michele Di Ciero[1]

 

E’lle la luna, e’lle le sc’telle
e l’angele che le catene
e ru lupe ‘ngatenate
tuoglie la sagliocca e menaiela ‘ngape.
Nne je la menà troppe forte
ca se rombe la sagliocca
la sagliocca nn’è la mia
bbona notte a segnuria.

(si recita Facendo girotondo)

Ecco la luna, ecco le stelle
e l’angelo con le catene
e il lupo incatenato
prendi il bastone e daglielo in testa.
Non darglielo troppo forte
che si rompe il bastone
il bastone non è mio
buona notte a vostra signoria.

(la “sagliocca”  è un bastone tipo giunco, di quelli con cui si intrecciavano i cesti – nota di Assunta Di Giovanni)

[1] Agnone 1931. Maestro elementare, poi Direttore Didattico. Sposato con Ida, 3 figli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.