da la gnostre ….. a lu PC – dall’inchiostro …. al PC

1
897

di Rodrigo Cieri [1]

penninoda la gnostre ………

volume-pc

…………a lu PC [2]

Na volde nche la penne e nche la gnoštre
na freche de quaderne so’ ‘nguacchiate;
la penna štilografiche arialate
le mane me faceve gné nu moštre.

La machine da scrive me so’ fatte
pe’ presentà’ le scritte cchiù ‘mpurtante.
Appresse a lu prugresse – nnò pe’ vvante –
a ogne nuvetà j me l’accatte.

Eh che? Armane arrete? Nu PC
ce vo. Viagge tra pošte e internette:
ccuscì me so’   ‘mparate a mastrïà’.

Nu belle jurne che me vede a scì?
Nche mè, na bella “sìngol”, se vo mette!?
E mo’ cumenze pure a cciattïà’!

 Da l’inchiostro al PC

Una volta con la penna e con l’inchiostro
un sacco di quaderni ho macchiato;
la penna stilografica regalata
le mani mi faceva come un mostro.

La macchina da scrivere ho acquistato
per presentare gli scritti più importanti.
A seguire il progresso –non per vanto-
ogni novità me la compro.

Eh che? Rimango indietro? Un PC
ci vuole. Viaggio tra posta e internet:
così ho imparato a destreggiarmi.

Un bel giorno che mi vedo comparire?
Una bella Single, con me, vuole mettersi!?
Ed ora comincio pure a chattare.

 


[1] Rodrigo Cieri, abruzzese di Celenza sul Trigno, di madre molisana, una vita dedicata alla Scuola, da docente e poi da Preside, dedito all’impegno sociale e la promozione culturale che porta avanti con testardaggine, in paese e neIl’ Alto Vastese. Coltiva un’antica passione, la pura poesia, in lingua, o più spesso in vernacolo, ottenendo consensi e premi.[2] La poesia più sopra riportata è tratta dal suo libro di poesie “Pietre”.


Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 


 

 

 

 

1 COMMENTO

  1. Simpatica poesia dove si vede come ogni progresso avviene x gradi e può anche “macchiare”, mentre i segni antichi spariscono mano mano, sempre se l’uomo abbia voglia di modernizzarsi, di non restare indietro alle novità. Ma nella poesia è palese e schietta l’ironia dei rischi o dei piaceri -dipende da come si guardano- delle novità offerte da questi mezzi, che potrebbero da” mezzo” diventare “fine”. E qui il discorso si farebbe complicato …
    Allegra musica, forse ancor più simpatica, legata a quel calamaio e a la “gnostre”- visto il moderno modo di fare musica oggi…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.