Home / Cultura / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / DA UN “CUORE” DI ANNI FA: LETTERINA A CARNEVALE

DA UN “CUORE” DI ANNI FA: LETTERINA A CARNEVALE

POZZ’ESSE ‘MBIS’ DU VOLTE

morte-di-carnevale

Ti avvicini, ultimo giorno di Carnevale, e ci ritorna alla mente la rituale cantilena popolare ripetuta con giubilo dai bambini mascherati:

Carnvale, pecchè sci muort
la ‘nzalata tenive all’uort
ru presutt tenive appise
Carnvale, pozz’esse ‘mpise.

carnevale-a-khamma-13-27021976

Caro Carnevale,
il giorno della tua morte è tanto atteso, ma non ci chiamare cattivelli per questo. Noi pensiamo alle allegre mascherate, alle frittelle, alle cicerchiate. I nostri parenti e amici ti nominano spesso, ti ricordano con piacere, ma… con un po’ di nostalgia.
Ah quante risate quando c’era Sabatino!…, essi dicono!

pianto_vedova__1

 

E raccontano storielle, parlano di carri mascherati, di fantocci impiccati e squartati, di serpenti che uscivano dai taschini. Ora Sabatino, sia santa l’anima, non c’è più e tutto è mondo morto. Restano solo le nostre allegre chiassate e qualche scorpacciata.
Abbiamo rivisto in una casa un tamburello antico con una pelle di animale e tante piastrelle intorno. La nonna racconta che lo suonava con tre dita e invitava le amiche a ballare, mangiando e bevendo.

 

A sentire queste cose ci viene l’acquolina in bocca e pensiamo:
Caro Carnevale, sai donare un po’ di sana gioia a tutti. Allora ti chiediamo: “Perché non riesci a morire almeno due volte all’anno?* Così, potresti venire incontro alla nostra spensierata allegria, in una gaia cornice di coriandoli, maschere, costumi e stelle filanti”.

Fiorella Orlando (classe 5°) e Silvia Verdile (classe 4°) – Agnone – 1962

*Ci piacerebbe pensare che siano stati proprio gli auspici dei queste due ragazze a far avverare, dopo circa mezzo secolo, il loro desiderio di festeggiare due volte al’anno il carnevale. In fondo Halloween è proprio questo. Peccato che loro non ne abbiano potuto godere poiché non hanno più l’età per farlo! (n.d.r.)

_______________________
Tratto da “Cuore”, giornalino che si stampava in Agnone,  presso la scuolacuore2 elementare, nel periodo che va dal 1961 al 1968.

About Flora Delli Quadri

Flora Delli Quadri, Molisana di Agnone (IS), prof.ssa di Matematica in pensione. Si occupa di cultura e politica; pur risiedendo altrove, ha conservato intatto l'amore per il suo paese d'origine che coltiva in forma attiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.