DA UN “CUORE” DI ANNI FA: I GIOCHI DEI BAMBINI

0
741

cuore2Pensierini tratti dal giornalino “Cuore”, stampato nella Scuola Elementare di Agnone – anni 1961/1968.

Teneri e commoventi questi giochi dei bambini: due fratellini che giocano nel portone di casa, un ragazzo che confessa le sue malefatte, una bambina che non ha dubbi su cosa farà de grande. Il tutto quando per giocare ci si accontentava di poco


IL LADRO E IL POLIZIOTTOguare ladri
Umberto Cerimele – classe 2° mista – Agnone – s. Chiara

Io e Daniele (il fratellino n.d.r.) giochiamo sempre al ladro e al poliziotto. Io fuggo col calessino, mentre Daniele mi insegue col triciclo. Io faccio il ladro e Daniele fa il poliziotto.
Così giriamo nel portone
Io mi fermo e Daniele mi fa prigioniero.

 


PALLONE2GIOCANDO A PALLONE

Rocco Sabelli – classe 3° maschile – Agnone – s. Chiara – 1963
Quasi ogni giorno il Largo Carlo Alberto diventa campo sportivo dei ragazzi di San Marco. Anch’io, appena finisco di pranzare subito raggiungo i miei compagni sulla piazza. Un giorno si disputava una partita tra le squadre di san Marco e di san Francesco. Io giocavo nel ruolo di ala destra con la squadra di san Marco. Eravamo alla fine del primo tempo e la partita andava male per la mia squadra, perdevamo per 4-3. Ad un cero punto un mio compagno colpì con un forte calcio il pallone che andò a finire contro una finestra della casa della mia maestra. Un vetro si ruppe. Per la paura fuggimmo tutti. Da allora nel largo Carlo Alberto tornò il silenzio

 

I GIOCHI CHE PREFERISCOFalegname
Luciana Carosella – classe 4° feminile – Agnone  
Sono una bimba di 9 anni e, come tutti i bambini, alterno il gioco alle ore di studio.
Fino a qualche anno fa i miei genitori e gli zii mi regalavano bambole e carrozzine, secondo la logica, ma, quando hanno notato in me un amore notevole per i giochi maschili, hanno cambiato indirizzo ai loro regali. Infatti ho l’armadio pieno di soldatini, pistole, fucili, carri armati e cannoni. Spesso gioco coi soldatini, faccio suonare il tam tam dagli indiani con le piume bianche, rosse e gialle, poi faccio la guerra. Nella casa risuonano urli di indiani e soldati (che naturalmente sono fatti da me). Questo è il mio gioco preferito, ma non mi diverto solo con questo; ho alcuni attrezzi da falegname e mi appassiono a piallare, segare, inchiodare, proprio come un falegname nel suo laboratorio. Io ho un trenino e quando gira mi pare che anch’io vada su quel veloce vagone in giro per il mondo. La mamma spesso mi fa stare seduta a lavorare a maglia, ma dopo un po’ mi concede di giocare ancora.
Pratico anche gli sports: lo sci, le corse in bicicletta, il pattinaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.