Comuni che fanno parte dell’Altosannio

1
936

a cura di Enzo C. Delli Quadri

A questi comuni, al confine tra Abruzzo e Molise, è dedicato il libro VITELIÙ di Nicola Mastronardi che nelle prime pagine del romanzo storico inserisce questa mappa dell’antico Altosannio.

Altosannio, il luogo dove si sviluppano le vicende narrate in Viteliù. Aufidenia=Alfedena. Hereclanom=Schiavi d’Abruzzo. Pesco di Guardia=Pescopennataro.
Trevento=Trivento. La Pietra che viene avanti=Petravenniende (Pietrabbondante).
Sella dei Sacrati=Sella di Capracotta. M.Karakenos=Monte Saraceno.
Santuario della Nazione=Teatro Italico di Pietrabbondante. M.Kaprum=Monte Capraro.
Ver=Verrino. Città del Toro Sacro=nei pressi di Agnone. Le tre cittadelle=Le Civitelle

L’Altosannio (AltoMoliseSangroVastese – Almosava)

  • fu terra d’origine della Gente Sannita,
  • fu terra di formazione della Diocesi di Trivento,
  • diede natali a San Francesco Caracciolo, Benedetto Croce filosofo, Teofilo Patini pittore, Libero Serafini letterato, Nino Caffè pittore, Eldo Di Lazzaro musicista e tantissimi altri illustri personaggi;
  • ha tre siti archeologici di primaria importanza
  • ha due Parchi naturali: Nazionale degli Abruzzi e majella
  • ha decine di tesori ambientali e monumentali

La politica della Provvidenza degli anni 70-90 del secolo scorso creò, dal nulla e senza fondamento economico, Regioni (tra cui il Molise), salvò e incrementò Provincie (tra cui Isernia), istituì un troppo generoso sistema sanitario nazionale fonte di sprechi inimmaginabili, concesse pensioni che non avevano un supporto finanziario adeguato ma rinviavano alle prestazioni delle future generazioni (fregate), istituì pensioni di invalidità “economiche” e non “infortunistiche”, attivò appalti spesso inutili e costosi e, peggio del peggio, Il territorio dell’Altosannio fu smembrato e sottoposto a 2 Regioni e 4 Provincie e, da terra orgogliosamente autonoma e fortemente produttiva, diventò terra assistita e soggetta, quindi, alle difficoltà dello Stato Italiano e alle bufere finanziarie nazionali e internazionali.

Mappa odierna dell’Altosannio

Per effetto di quella politica, di cui è inutile cercare di appurare se fu adottata in buona o mala fede, perché parlarne divide,  Il territorio dell’ALTOSANNIO (Alto Molise Sangro Vastese) ha subìto conseguenze pesantissime, sconosciute ai più:

  • Spopolamento: si è passati da 161.000 residenti degli anni 40-50, agli attuali 61.000. Differenza 100.000 abitanti, per la maggior parte giovani, con conseguente innalzamento dell’indice di vecchiaia (terra di vecchi).
  • Svalutazione del patrimonio immobiliare e fondiario: stanno andando in fumo, a valore di costruzione, 14 miliardi di euro che, a valore normale di mercato, diventano 28 miliardi di euro.
  • Disastro urbanistico: oggi ben 47 comuni sui 63 del territorio hanno meno di 1000 abitanti, solo 2 ne hanno poco più di 5.000, gli altri 14 ne hanno poco più di 1.000.
  • Disastro morale: le mamme, contro natura, si augurano che i propri figli lascino questo territorio.
  • Fregatura economica: pur pagando le stesse imposte e le stesse tasse degli italiani, i cittadini almosaviani si trovano ad essere: Cornuti: meno servizi (viabilità, assistenza sanitaria, edilizia scolastica, ecc…) e Mazziati: più spese (riscaldamento, scolarizzazione, assistenza, ecc…) 

Per una reazione credibile a questo stato di cose, i comuni dell’Altosannio dovrebbero applicare la legge che dal 2010 prevede, con molti vantaggi, la FUSIONE dei Comuni stessi.

Comuni che fanno parte dell’Altosannio


I comuni dell’Alto Molise in Provincia di Isernia

Agnone in una foto di Francesco Giaccio

Agnone, Bagnoli del Trigno, Belmonte del Sannio, Capracotta, Carovilli, Castel del Giudice, Castelverrino,  Chiauci, Civitanova del Sannio, Forlì del Sannio, Pescolanciano, Pescopennataro, Pietrabbondante, Poggio Sannita, Rionero Sannitico, Roccasicura, San Pietro Avellana, S. Angelo del Pesco, Vastogirardi.


I comuni dell’Alto Sangro in Provincia de L’Aquila

Castel di Sangro

Castel Di Sangro, Alfedena, Ateleta, Barrea, Civitella Alfedena, Opi, Pescasseroli, Pescocostanzo, Rivisondoli, Rocca Pia, Roccaraso, Scontrone, Villetta Barrea.

 


I comuni dell’ Alto Sangro in Provincia di Chieti

Bomba

Bomba, Borrello, Civitaluparella, Colledimezzo, Fallo, Gamberale, Montazzoli, Montebello sul Sangro, Monteferrante, Montelapiano, Montenerodomo,  Pietraferrazzana, Pizzoferrato, Quadri, Roio del Sangro, Rosello,  Villasantamaria

 


I comuni dell’ Alto Vastese in Provincia di Chieti

Castiglione Messer Marino e il Viadotto Sente Longo

Castiglione Messer Marino, Carunchio, Castelguidone, Celenza sul Trigno, Fraine, Roccaspinalveti, San Giovanni Lipioni, Palmoli, Schiavi di Abruzzo, Torrebruna,


I comuni dell’Alto Molise  in Provincia di Campobasso

Trivento, Montefalcone nel Sannio, Roccavivara, Salcito.

 


TOTALE GENERALE 

Abitanti nel 1871 = 145.733; Numero massimo raggiunto = 161.525; Oggi = 61.087;   Kmq = 1.980,98
Totale comuni  63
Con più di 5.000 abitanti = 2
Con più di 1.000 abitanti e meno di 5.000 = 14
Con meno di 1.000 abitanti = 47

 


Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright: Altosannio Magazine 

1 COMMENTO

  1. L’Articolo “esplode” nella descrizione- perché rivela l’impegno TUO PERSONALE per una probabile riaggregazione- ma mette a nudo la ferita di un territorio “ALMOSAVIANO”che si è depauperato di gente, di braccia e di menti… II mio sincero auspicio: possa il sogno di un ritorno al futuro- passato essere preso in considerazione agli alti livelli, come da tempo sogni e ti adoperi….ENZO CARMINE DELLI QUADRI.
    E i sogni prima o poi si avverano!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.