Come previsto 4 anni fa da Almosava, Provincie Azzerate e Comuni Accorpati

0
773

a cura di Enzo C. Delli Quadri

abolizione-province-2wfbgppzl93pp903kw9tze

Già 4 anni fa, nel 2012, Almosava-Altosannio avvertì gli amministratori del nostro territorio che, prima o poi, sarebbero sparite le provincie e sarebbero stati accorpati i Comuni. La gran parte degli amministratori nostrati alzò le spalle e banalizzò la questione sollevata, arrivando a deridere Almosava. Oggi tutti possono verificare come stanno le cose: dopo il voto del Senato del 20 gennaio 2016 sulla riforma costituzionale, è oramai scontato, considerata anche la propensione della popolazione a dire si al prossimo referendum confermativo, che le Provincie spariranno. Inoltre, è all’ordine del giorno, della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, una proposta per il definitivo accorpamento dei Comuni che presentino una popolazione inferiore alle 5.000 unità; un vero sconvolgimento  dell’ordinamento dello Stato. 

Ma gli Amministratori, legati ai loro campanilismi e, molti, alle loro poltrone, continuano a “resistere, resistere, resistere”.

Hanno avuto 4 anni per organizzarsi e prepararsi al terremoto in atto. Avrebbero potuto operare per gettare le basi per accorpamenti tali da favorire le aree interne di montagna che ruotano attorno a Castel di Sangro, Agnone e Trivento, in una parola l’Altosannio. Non lo hanno voluto fare e continuano a pensare che possano farcela a superare le forche Caudine del cambiamento richiesto, a gran voce, dalla popolazione italiana, stremata dalle angherie dei Politici.

Vedrete che sapranno solo lamentarsi. E noi paghiamo. E noi paghiamo!!!

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.