Cavatiell’ d’ Sand’ Martin’ alla tavola di Minella

2
1742

di Minella Busico Marcovecchio

Gnocchi-di-san-Martino-preparazione

Gnocchi di San Martino alla  tavola di Minella

Ingredienti per 5-6 persone 

Per gli gnocchi

1 kg di patate possibilmente rosse
300-400 gr di farina,   (Il massimo della precisione sarebbe: per ogni iummella (in italiano giumella) di patate, lesse schiacciate,  una iummella scarsa di farina)
1 uovo
Sale

jummella-di-ribes-esempio-di-jummella
Ecco cos’è una jummella. In pratica, più di un pugno.

Per condire:

400 gr di spuntature di maiale
400gr di salsiccia o di pallotte
800 gr di passata
80gr di concentrato
1 carota
1 cipolla
olio extra vergine

parmigiano o pecorino o misto
sale
pepe.

Preparazione

Gnocchi

Per un kg di patate si utilizzano tra i 300 e i 400 gr di farina fino ad ottenere la giusta consistenza. La mia nonna dalla quale ho appreso le ricette della tradizione recitava: Per ogni iummella di patate lesse schiacciate,  una iummella scarsa di farina. Il massimo della precisione!

Dunque, lessate le patate rosse, sbucciatele e schiacciatel; una volta tiepide aggiungere la farina, un pizzico di sale e un uovo (questione controversa su cui si può discutere molto); si impasta velocemente e dalla massa si ricavano dei ” grissini” che poi vengono tagliati a tocchetti di un paio di cm. Quindi si cavano con l’apposita tavoletta rigata, o su una forchetta o più semplicemente sul tavolo di lavoro.

massaia che "cava" gli gnocci, due alla volta
massaia che “cava” gli gnocci, due alla volta

Operazione fondamentale perché lo gnocco cavato accoglie il sugo meglio di un cilindretto non cavato, roba da buongustai!Difficile descrivere l’operazione del “cavare” occorre decisione ma nello stesso tempo delicatezza, in poche parole è un’arte. dunque si prende un cilindretto e con una dosata e contemporaneamente decisa pressione dell’indice lo si fa rotolare sulla tavoletta ottenendo una sorta di ricciolo.

Sugo.

 Sbucciare la cipolla e affettarla sottilmente; pulire la carota, lavarla sotto acqua corrente e tritarla. Aggiungere olio, unirvi la cipolla e la carota, lasciare soffriggere tenendole mescolate con un cucchiaio di legno e quindi unire le carni. Lasciare insaporire per qualche minuto prima di aggiungere la passata e il concentrato; salare, pepare e lasciare cuocere il tutto a fuoco moderato per il tempo necessario ad ottenere un buon sugo. Mentre sui fornelli ” bubbiaia”, borbotta ,il buon sugo .. .. … … …. …. …. …

Cavatiell d’ Sand’ Martin’ alla tavola di Minella

 … …. …  gli gnocchi cavati vanno lessati in acqua bollente salata e si tolgono man mano che vengono a galla con uno scolapasta col manico lungo, si condiscono con abbondante sugo in una “spasa” larga e bassa girandoli delicatamente con la cucchiarella di legno; una spolverata di cacio, parmigiano o pecorino o misto, insomma come più piace e ……………poi mi dite

R' cavatiell d' Sand Martin' alla tavola di Minella
R’ cavatiell d’ Sand Martin’ alla tavola di Minella

Vino consigliato

Cerasuolo novello d’Abruzzo

  • colore: rosso ciliegia più o meno carico;
  • odore: gradevole, delicatamente vinoso, fruttato, fine ed intenso;
  • sapore: secco, morbido, armonico, delicato con retrogusto gradevolmente mandorlato.

 

Cerasuolo d’Abruzzo

 


Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine 

 

2 Commenti

  1. Hai elencato e descritto con precisione gli ingredienti ed il procedimento e quindi il risultato non può che essere otttimo. Io aggiungerei a tavola, per chi lo vuole, del peperoncino piccante macinato. Buon appetito!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.