Home / Cultura / Cultura Popolare / Modi di Dire

Modi di Dire

Turlundane, turlundane lu rutte porte … lu sane.

di Enzo Carmine Delli Quadri Proverbio utilizzato con diverse cadenze dialettali in tutto l’Altosannio. Già riportato sul sito nel 2011, ma sempre attuale. Il proverbio (Durlindana, Durlindana, il malmesso aiuta il sano) è utilizzato per indicare una situazione in cui una persona in condizioni fisiche non ottimali aiuta qualcuno più in …

Read More »

Un oste poco previdente: Quaranta di Agnone e Cinquecento di Capracotta

di Domenico Di Nucci Belli o brutti, sfiziosi o irripetibili, insignificanti o balordi, ancora oggi i soprannomi sono il mezzo più sicuro per identificare una persona. L’origine dei soprannomi coincide  con l’inizio della vita in comune: essi hanno accompagnato l’uomo da sempre. Basta dare una superficiale occhiata a qualsiasi testo di …

Read More »

Paga ca sì d’Agnone

A differenza di quasi tutti i modi di dire, che derivano o dall’osservazione di tutto ciò che ci circonda o sono frutto di storielle di pura fantasia, anche se arguti e saggi, mi piace mettere in risalto questo perché autoctono e storico. Dobbiamo riconoscere che Agnone, finché non sono arrivati …

Read More »

A mezza vocche – A mezza bocca

di Bendetto di Sciullo [1] e Giovanni Mariano [2] Na femmene chi tineve na vagliona cirelle, abbitave vicine a ‘na sore di lu marite. Una donna che aveva una bambina piccola, abitava vicino ad una sorella del marito. La cugnate stave sola esse e, quasi tutte li juorre la ive a truvà …

Read More »

Filippini, Oratoriani: una pagina di Storia Religiosa

di Alessandro Delli Quadri [1] Personalità complessa, alla ricerca costante di “convivenza armoniosa” tra il concreto dell’esistenza e la spiritualità cristiana, Filippo Neri (1515 – 1595) ha dominato l’epoca della Controriforma nei suoi aspetti religiosi e culturali. Popolarissimo a Roma dove si era trasferito, ancora giovane, dalla natia Firenze, discendeva …

Read More »

L’analfabbete – L’Analfabeta

di Benedetto di Sciullo, Giovanni Mariano  [1]  . Nu pichirare chi da vaglione nin era putute i a la scole picchè aveva aiutuà lu puatre a i a pasce, z’arimmarichieve ca nin sapeve né legge e né scrive. Era cunvinte ca p’ambaràreze aveva i luntane da lu pajese addò abbitave. Un …

Read More »

VIZI E VIRTÙ nei modi di dire dell’Altosannio

a cura di Enzo C. Delli Quadri Contribuiscono a questo contenitore dei “Modi di dire” tanti amici almosaviani dell’ ALTOSANNIO  (Alto Molise Sangro Vastese), ciascuno con il suo modo di scrivere che presenta differenze, ma dimostra una assoluta identità di ceppo linguistico. Maria Delli Quadri, Claudio Amicome e Marracino Benedetto, …

Read More »

La SOCIETÀ nei modi di dire dell’ Altosannio

a cura di Enzo C. Delli Quadri Contribuiscono a questo contenitore dei “Modi di dire” tanti amici almosaviani dell’ ALTOSANNIO  (Alto Molise Sangro Vastese), ciascuno con il suo modo di scrivere che presenta differenze, ma dimostra una assoluta identità di ceppo linguistico. Maria Delli Quadri, Claudio Amicome e Marracino Benedetto, …

Read More »

LA SALUTE nei modi di dire dell’Altosannio

a cura di Enzo C. Delli Quadri Contribuiscono a questo contenitore dei “Modi di dire” tanti amici almosaviani dell’ ALTOSANNIO  (Alto Molise Sangro Vastese), ciascuno con il suo modo di scrivere che presenta differenze, ma dimostra una assoluta identità di ceppo linguistico. Maria Delli Quadri, Claudio Amicome e Marracino Benedetto, …

Read More »