Home / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / Canti popolari  dell’Altosannio 79 e 80

Canti popolari  dell’Altosannio 79 e 80

Canti popolari  raccolti da Oreste Conti nel Libro “Letteratura Popolare Capracottese” edito da Luigi Pierro, Napli 1911[1]

Pineta San Giovanni di Capracotta

79

Oh nennerèlla, cuore di diamante,
quando vorrai toglierti dalla mia mente?
Quelli che ti stan vicino
Vorrebbero farti il tradimento.
Tu adora Dio e lo Spirito Santo,
che possano farti sempre contenta:
dal cielo può venir qualche mancanza,
e allora, bella mia, abbiamo pazienza.

.

80

Una vita a tempo a tempo in ogni luogo,
una vita con il piombo e il compasso,
faccio le mie cose tutte a misura,
e non mi muovo dal primo passo;
quando una bella cosa raffiguro,
non rubo il cuore e poi la lascio.

 


[1] Nota dell’autore: per 4 anni, nel breve periodo delle vacanze estive, mi sono recato tutti i giorni nelle nostre remote campagne, a raccogliere i canti dei nostri montanari, or lamentevoli, or dolci, ma che sempre esprimono il sentimento del mistero della vita, la tristezza impenetrabile dell’ amore.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.