Angora sciocca – Ancora nevica

3
1309

 Poesia di Gustavo Tempesta Petresine[1]

10009316_222985687903151_1991050792_n

Angora sciocca

E marze sciocca angora,
chemmuò è arremascte ‘nganne
‘ne torze ch’è avanzate darre vierne.
La vrascia mo z’ammanda che la cena
e tu core jelate n’arretuorne.

.

Ancora nevica

E  marzo fiocca ancora,
perché è rimasto in gola
un torzolo avanzato dall’inverno.
La brace è ormai coperta dalla cenere
e tu cuore gelato non ritorni.

Foto di Paolo Conte

_______________________
[1] Gustavo Tempesta Petresine, Nativo di Pescopennataro, si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati gli apprezzamenti e i premi che consegue continuamente.  Il suo libro di poesie più bello e completo si chiama “‘Ne cande,”

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

3 Commenti

  1. Vero! Com’è lunga l’attesa, quando deve arrivare o tornare AMORE!
    Ma non sarà che il “fuoco” non bisogna lasciarlo consumare, ridurre in cenere, anzi alimentarlo e tenerlo vivo, gagliardo, con la fiamma più invitante??

  2. La neve a marzo e sempre venuta e non solo e non da adesso nel 1936 ha nevicato il 25 aprile (era nata mia cugina ) nel 1962 a marzo ha nevicato quasi tutto il mese e non solo quell”anno 1985 in al appennino ha nevicato il 1 maggio ,per cui non meravigliamoci se al 1 marzo vevica ,anche quando e nato mio fratello nevicava il 1 marzo “47 e allor a e colpa degli allevamenti intensivi per far mangiare piu carne ? write custom essays

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.