Abruzzi…i monti ed il mare

1
2247

Poesia di Duilio Martino [1]

Abruzzo Monti, neve e mare c di S. Falcone

Abruzzi…i monti ed il mare

Tra valli impervie e rocce scarruffate
i tratturi arditi forche millenarie
selciati come gemme incastonate
…le eterne segnature leggendarie.

D’indomite tribù in terre sannite
temibili briganti poi predati
riecheggia l’urlo in selve invigorite
turbando quei silenzi ora dannati.

Vivace la sorgiva acqua dal monte
s’acquieta sul sabbioso litorale
rinchiusa stanca tra globali sponde
confusa dall’odordell’aspro sale.

Non voglio udire lo sleale amico
che il patto primordiale ha rinnegato
per rendere alla fonte il fluido antico
da nuvole e dal vento aiuto è dato.

Vorrei semmai sconfitto con gli inganni
da brezza agevolato in muto andare
salire in quota a fine dei miei anni
e all’ombra di quei colli riposare.

Abruzzo Mari-e-monti a

________________________
[1]  Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine

 

1 COMMENTO

  1. OH L’ENDECASILLABO RESTA PUR SEMPRE IL SIGNORE DEI VERSI, da me anche amato ed apprezzato,pur provando oggi “altre rime”. Quest’aulica bella poesia lo dimostra con ampio respiro,”salendo in quota”. Chissà se prima o poi con ALTOSANNIO ALMOSAVA si potrà ricostruire sui NOSTRI monti, da sleali amici spartiti… un’unica indomita tribù…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.