Home /

Comune  della  Provincia di  Isernia  in  Molise. Negli anni la sua popolazione è scesa, da un massimo di 4.958  abitanti,  agli attuali 784

Bagnoli del Trigno

Dati amministrativi
Regione            Molise
Provincia          Isernia
Sindaco  Angelo Camele (Lista Civica – Camele Sindaco) dal 16/05/2011

Territorio      
Altitudine            660 m s.l.m.
Superficie             36 km²
Abitanti                784 (31-12-2010)
Densità                 21,78 ab./km²
Comuni confinanti        Civitanova del Sannio, Duronia (CB), Pietracupa (CB), Salcito (CB)Altre informazioni
Patrono                  san Vitale
Giorno festivo        20 agosto

Storia
Le origini del paese sono ignote e si fanno risalire a diverse leggende, secondo le quali Bagnoli sarebbe stata fondata in una da un Duca che si abbevera nelle acque del Trigno, in un’altra con la costruzione di agglomerati urbani intorno a una sorgente termale (Balneoli, da cui il nome) e infine da alcune tribù per trovare riparo dalle invasioni barbariche[2]. Le prime notizie storiche risalgono al medioevo, quando il feudo era parte del Contado del Molise. Successivamente, dopo una serie di passaggi di proprietà anche tra signori francesi e spagnoli, diventa parte del Regno di Napoli e successivamente del Regno d’Italia. Con il novecento il paese ha visto un forte spopolamento a causa dell’emigrazione, soprattutto a Roma dove molti bagnolesi svolgono il lavoro di tassinari[2].

Bagnoli del Trigno
Bagnoli del Trigno

Monumenti e luogi d’interese
Architetture Religiose
•    Chiesa di San Silvestro
•    Chiesa di Santa Caterina
•    Chiesa di San Michele
•    Parrocchia di Santa Maria Assunta
•    Chiesa della Madonna di Fatima
Architetture Civili
•    Castello San Felice
•    Piazza Olmo
•    la scalinata San Felice
•    la Fonte vecchia
•    La Pandetta di Sprondasino[3] •    la “casa romana”
•    Il Mandriglio
•    Parco Mario Lippucci

Cultura – Eventi
•    le “‘ndocce” sono delle torce, simili a quelle di Agnone, che sfilano per le strade del paese durante il periodo natalizio,
•    sfilata dei carri di Carnevale associati ai “Mesi”,
•    festa di San Michele l’8 maggio,
•    festa della Madonna dei Miracol] il 16 giugno,
•    il 21 agosto si celebra la festa patronale di San Vitale,
•    festa di Sant’Antonio il 21 agosto,
•    festa della Madonna di Fatima il 27 agosto,
•    festa della Madonna di Vallebruna l’8 settembre,
•    festa di Sant’Emidio il 9 ottobre,
•    festa Frammenti d’Antico[4] che si svolge il 18 agosto in onore di Santa Caterina con sfilate in costume medievale,
•    festa di Topolino il 24 agosto.

Economia
Le attività principali della città sono l’agricoltura e la pastorizia, ma negli ultimi anni sono sorte diversi tipi di attività come quelle edili, dell’industria dell’acqua e dell’artigianato con la lavorazione delle pietre.

fonte:wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.