Alta Almosava, incontro 20-10-2012 in Agnone per sua costituzione

2
781

di Enzo C. Delli Quadri (diario della giornata) e di Fabrizio Fusco (servizio-video)

Alta Almosava 20 ott 2012

Si va consolidando l’organizzazione del CAST ALMOSAVA, mentre si va delineando il tracciato del progetto ALTA ALMOSAVA:
associazionismo istituzionale tra municipalità e comunità montane di Abruzzo e Molise pronte ad accettare le sfide dei nuovi assetti territoriali. Alle riunione del Direttivo e delle assemblee del CAST,  ha fatto seguito la riunione tra le istituzioni che faranno parte dell’ ALTA ALMOSAVA. Quest’ ultima si è svolta nella sala consiliare del comune di Agnone.

Diario della Giornata a cura di Enzo C.  Delli Quadri
Video a cura di Fabrizio Fusco (per il servizio-video cliccare QUI),
con interviste ad Enzo Patitucci, presidente comunità montana altosangro, altopiano delle cinquemiglia, Maurizio Cacciavillani, assessore comune di Agnone; Enzo Delli Quadri, presidente del CAST ALMOSAVA.

Il CAST ALMOSAVA (Centro Avanzato Studi del Territorio dell’ALMOSAVA), persegue lo scopo di scrivere, raccontare, narrare, testimoniare, divulgare, difendere la lingua, l’arte e i valori del territorio dell’ ALMOSAVA (Alto Molise Sangro Vastese), territorio che si identifica, del tutto, con l’ Alto Sannio e, quasi del tutto, con la Diocesi di Trivento. Il CAST ALMOSAVA, associazione, pertanto, di tipo culturale aperta a cittadini ed enti, non pone nessuna restrizione di colore, sesso, religione, censo, partito politico ai propri associati, ed anzi rifiuta a priori ogni restrizione o distinzione basata su tali premesse.

L’ALTA ALMOSAVA, costituita al di fuori e al di sopra delle appartenenze partitiche, ha lo scopo di promuovere la coesione e lo sviluppo del territorio dell’ ALMOSAVA,  vale a dire  dell’Alto Molise, dell’Alto Sangro, del bacino del Trigno e dell’Alto Vastese, nell’esclusivo interesse delle popolazioni, per giungere alla redazione di un progetto di sviluppo, integrazione di servizi e risorse, e tutela delle aree interne montane e di confine delle Regioni Abruzzo e Molise, attraverso i seguenti:

Obiettivi strategici ad alto contenuto di innovazione politica

  1. Riconoscimento di ALMOSAVA come Aggregato omogeneo dal punto di vista storico, culturale e linguistico.
  2. Riconoscimento dell’ ALMOSAVA come zona a rischio desertificazione demografica, patrimoniale, economica e morale.
  3. Riconoscimento,  per l’ ALMOSAVA, di una fiscalità agevolata e di una burocrazia zero, a risarcimento della suddetta desertificazione, con l’obiettivo di una inversione di tendenza.

Obiettivi programmatici di concorrenza territoriale con progetti regionali, nazionali ed europei, riguardanti la Sanità, i Poli Scolastici, La Banda Larga, le Aree Industriali e Artigianali, la Viabilità Stradale Ferroviaria, i Poli Sportivi, i Musei Naturalistici e  Archeologici.

Obiettivi di supporto agli Enti Locali per la Gestione Associata di funzioni e servizi, quali la Gestione Energetica, dei Rifiuti, dei Beni Pubblici, della Polizia locale, dell’Istruzione Pubblica, della Viabilità e dei Trasporti, dell’Ambiente, del Settore Sociale.

Diario della Giornata

Prima riunione ore 12.00: Consiglio Direttivo del CAST ALMOSAVA composto da:

1.            DELLI QUADRI ENZO CARMINE  Presidente, Altomolise, Manager
2.            MASTRONARDI  NICOLA  Vice Presidente, Altomolise, Storico
3.            DI CARLO Terzio, Alto Sangro, esperto del Sistema Bibliotecario Italiano
4.            DI RIENZO Francesco, altomolisano, giornalista e cultore di Storia locale
5.            FABRIZIO ELISABETTA, Alto Sangro, Archeologa
6.            FUSCO FABRIZIO, Alto Sangro, Giornalista
7.            LITTERIO Domenicangelo, Alto Vastese, Sociologo e Cultore di Storia Locale
8.            MEO DOMENICO, Altomolise, Linguista e Storicista
9.            SAMMARTINO ARMANDO, Altomolise, Tributarista

qui sotto riportati nell’ordine.

Enzo C. Delli Quadri
Nicola Mastronardi
Nicola Mastronardi
Terzio Di Carlo
Francesco Di Rienzo
Fabrizio Elisabetta
Fabrizio Fusco
Domenicangelo Litterio
Domenico Meo
Armando Sammartino

Assente il solo Litterio, per gravi motivi di famiglia.

A. Si è discusso della funzione che deve avere la Cultura nella società di oggi ed è stato confermato l’attuale indirizzo di una cultura non fine a se stessa ma decisamente in campo pronta, senza remore,  ad affrontate il potere, sia esso di destra, di centro o di sinistra, evitando, comunque, di personalizzare le questioni e rimarcando l’assoluta A-PARTITICITA’ dell’associazione.

B. E’ stata rimarcata l’importanza di operare sempre e comunque come ALMOSAVIANI  e non come Altomolisani Sangrini o Altovastesi

C. E’ emersa l’importanza che ALMOSAVA non venga identificata con il solo Enzo C. Delli Quadri, ma con il maggior numero di persone possibili, in particolare devono emergere le figure dei consiglieri del CAST ALMOSAVA e, parallelamente, quelle del vertice dell’ALTA ALMOSAVA. Pertanto, ciascun Consigliere opererà in via autonoma e si preoccuperà di alimentare, secondo le proprie conoscenze ed esperienze,  il grande CONTENITORE  CULTURALE ALMOSAVIANO. In questo contesto il Consiglio ha preso atto, con soddisfazione, che il consigliere Fabrizio Fusco predisporrà, con una certa periodicità, servizi mediali a favore del sito almosava.it. Ciascun consigliere, di sua iniziativa, coinvolgerà i suoi colleghi del Direttivo su progetti particolari che necessitano di più esperienze, evitando così di creare un sistema organizzativo ingessato e poco produttivo.

D. Sono state approntate, per essere sottoposte all’approvazione dell’assemblea alcune modifiche statutarie, la più importante delle quali è quella che innalza il numero dei consiglieri da 7 a 9.

Seconda riunione ore 15.00: Assemblea dei Soci del CAST ALMOSAVA

L’Assemblea ha ratificato le nomine dei nuovi consiglieri (Di Carlo, Di Rienzo, Litterio) cooptati in precedenza dal Consiglio Direttivo e ha approvato le modifiche statutarie.

Terza riunione ore 16.00: Incontro tra Consiglieri Comunali di Agnone – dr. Maurizio Cacciavillani, dr. Marco Mendozzi e ing. Gaetano Mastronardi,  e il delegato dei 13 Comuni dell’Alto Sangro e dell’Altopiano delle 5 miglia, dr. Enzo Patitucci, accompagnato dal Direttivo del CAST ALMOSAVA.

Tema dell’incontro: l’ ALTA ALMOSAVA.

 

Maurizio Cacciavillani
Maurizio Cacciavillani
Marco Mendozzi
Marco Mendozzi
Gaetano Mastronardi
Enzo Patitucci
Enzo Patitucci

 

Foto della riunione

Dopo una breve premessa, durante la quale si è discusso del ruolo di ALMOSAVA  e della sua azione politica che potrebbe apparire partitica, è stato ampiamente dimostrato come l’azione di ALMOSAVA vuole essere certamente politica MA di tipo TERRITORIALE  e non certamente PARTITICO. ALMOSAVA  vuole una azione di difesa della gente di montagna di confine tra Abruzzo e Molise e in questa azione intende coinvolgere persone, personalità, politici e cittadini di tutte le tendenze partitiche ed ideologiche, praticamente tutta la popolazione, senza distinzioni di partito o che altro. In ogni caso è stato ribadito che ALMOSAVA  starà molto attenta, stante le decisioni del Direttivo, a personalizzare le questioni, ma starà sul campo a denunciare assenze di decisioni o mancanza di iniziative a difesa del nostro territorio.

Chiarito questo aspetto, il dialogo è proseguito in modo da affrontare tutte le problematiche che attanagliano i piccoli paesi di montagna.

A parte differenze non sostanziali, circa azioni propedeutiche o di maggiore o minore difficoltà, sono state riscontrate molte convergenze, invece, circa:

– la necessità di fare emergere le esigenze non tanto dei singoli paesi, quanto di tutto l’ aggregato territoriale denominato ALMOSAVA (ALTO MOLISE SANGRO VASTESE), zona interna penalizzata demograficamente, patrimonialmente ed economicamente.

– la necessità di predisporre progetti ad ampio spettro, dalla sanità allo sport, dalla archeologia all’ambiente, dalla viabilità su strada a quella ferroviaria, ecc… ecc…

– la necessità di rompere con pratiche di clientelismo partitico o che altro, per imboccare la strada, a viso aperto, del confronto con le istituzioni nazionali e regionali ed anche europee, senta timori o riverenze.

La riunione si è conclusa con la promessa di rivedersi al più presto per una definitiva messa a punto del Progetto ALMOSAVA, fermo restando che la presenza del Comune di Agnone nel progetto è molto importante. In ogni caso, il dr. Patitucci ha comunicato l’intenzione di non fermarsi e, quindi,  di andare comunque avanti, per procedere alla costituzione dell’ALTA ALMOSAVA, secondo il deliberato dei 13 Comuni da lui rappresentati.

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

2 Commenti

  1. Bene,
    peccato, la presenza del Sindaco in persona avrebbe dato un significato più
    tangibile e pregnante. Comunque,va bene lo stesso, è stato un buon inizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.